Home FederATA-Informa FederATA è l’unico sindacato da sempre al fianco dei precari ATA

FederATA è l’unico sindacato da sempre al fianco dei precari ATA

605

A tutto il personale ATA

Agli organi di stampa

Loro Sedi

Comunicato Stampa del 18 Giugno 2021

Feder.ATA in modo coerente è l’unico sindacato da sempre al fianco dei precari ATA “

Politica e sindacati rappresentativi fingono mobilitazioni e vicinanza ai lavoratori ATA

In queste settimane si è assistito ad una doppia manifestazione, a cui hanno aderito i cinque sindacati rappresentativi.

Feder.ATA da sempre a fianco dei precari, critica però questo carrozzone politico sindacale, Giuseppe Mancuso, presidente nazionale Feder.ATA ha affermato che “i precari vanno stabilizzati, e chi siede al tavolo delle trattative come i sindacati rappresentativi non lo sta facendo, rimane inutile poi mobilitarsi nelle piazze contro quello che tu stesso non riesci o non vuoi modificare nelle stanze istituzionali, non prendiamoci in giro, si firma un patto per la scuola che poi nei fatti viene immediatamente disatteso”.

Prosegue il presidente di Feder.ATA, “ chiediamo al ministro Patrizio Bianchi di presentare un emendamento che venga accolto da tutte le forze politiche in campo di stabilizzazione del personale ATA e che si cambi il decreto sostegni bis”.

Feder.ATA, ha da sempre avuto tra le sue richieste di modifica al decreto Sostegni-bis la soppressione della sospensione della call veloce per i DSGA precari, introdotta nel 2020 e bloccata senza alcun motivo dopo un solo anno, alla proroga dell’organico dei contratti Ata Covid, alla risoluzione della problematica dei Facenti Funzione senza titolo specifico, ai quali non è consentito partecipare alla procedura concorsuale in esame.

Il presidente di Feder.ATA Giuseppe Mancuso, conclude, rincarando la dose “ E’ arrivato il momento della responsabilità, basta con la propaganda politico sindacale, si agisca in maniera seria, i precari della scuola non meritano questi giochi pseudo sindacali che non portano a nulla se non solo propaganda, chi si siede ai tavoli ministeriali non può più agire in modo incoerente a discapito dei lavoratori ATA”.

Ufficio Stampa Feder.ATA

Articolo precedenteIl personale ATA e il rischio Burnout
Articolo successivoL’ASSISTENTE TECNICO E LA SUA VALENZA DIDATTICA NELLE SCUOLE