Home NOSTRI COMUNICATI Poclamazione stato di agitazione del personale A.T.A

Poclamazione stato di agitazione del personale A.T.A

1720

Poclamazione stato di agitazione del personale A.T.A. Richiesta di avvio della procedura di raffreddamento e conciliazione ex. art. 1, comma 4, L.83/2000

Prot. n. 21 del 09/01/2021/PRES

Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Direzione Generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro

Al Ministero per la Pubblica Amministrazione e Semplificazione

Capo Dipartimento

Al Ministero per la Pubblica Amministrazione e Semplificazione URSPA

Ufficio per le relazioni sindacali delle pubbliche amministrazioni

Al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca

Capo di Gabinetto e Dirigente Generale degli Uffici di diretta collaborazione:

  Alla Commissione di garanzia per l’attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi

Pubblici Essenziali

Oggetto: proclamazione stato di agitazione del personale A.T.A. Richiesta di avvio della procedura di raffreddamento e conciliazione ex. art. 1, comma 4, L.83/2000.

La Feder. A.T.A.- Federazione del personale A.T.A. della scuola, il primo ed UNICO sindacato che si occupa solo della categoria A.T.A, nato per dar voce ad una categoria abbandonata da QUALSIASI Governo fin qui in carica

proclama lo stato di agitazione del personale assistente amministrativo ff DSGA della scuola per i seguenti motivi:

  1. IMMISSIONE IN RUOLO SENZA SE E SENZA MA DEGLI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI FF DSGA.
  • LA FEDER.A.T.A. PROPONE L’AVVIO IMMEDIATO DI UN PERCORSO RISERVATO CON LA COSTITUZIONE DI UNA GRADUATORIA DA CUI ATTINGERE PER LE IMMISSIONI IN RUOLO, ai sensi DELL’ EX ART.14 CCNI UTILIZZATA GIA’ PER LA COSTITUZIONE DELLA GRADUATORIA PER LA COPERTURA DEI POSTI ANNUALI O L’AVVIO DELLA MOBILITA’ PROFESSIONALE AI SENSI DEL CCNL.

CHIEDE a tal fine che siano attivate le procedure di cui all’oggetto.

Qualora la procedura di conciliazione avesse esito negativo, la scrivente si riserva ogni forma di mobilitazione, non escluso lo sciopero nazionale della categoria.

IL PRESIDENTE NAZIONALE

Giuseppe MANCUSO