Home FederATA-Informa Feder.ATA: “ Il Governo Draghi sulla scuola è in piena confusione e...

Feder.ATA: “ Il Governo Draghi sulla scuola è in piena confusione e non sa più cosa fare”

351

A tutto il personale ATA

Agli organi di stampa

Loro Sedi

Comunicato Stampa del 10/12/ 2021

Feder.ATA: “ Il Governo Draghi sulla scuola è in piena confusione e non sa più cosa fare”

Il Ministero dell’Istruzione ha emesso una nota che riportava i protocolli anticovid a prima dell’estate: con un solo caso di contagio, tutti in DAD. Nell’arco di meno di poche ore, Draghi ha smentito il dicastero dell’Istruzione, dicendo che non si può e non si deve fare, per poi tornare ancora indietro sui propri passi, insomma giornate a dir poco convulse e contradditorie.

Come il governo intenda affrontare l’aumento di casi nelle scuole, soprattutto nei gradi più bassi (infanzia e primaria), dove i bambini non indossano le mascherine, non è dato saperlo ad oggi.

Feder.ATA denuncia questo atteggiamento equivoco che continua a creare enorme confusione tra lavoratori, studenti e famiglie e che mostra con chiarezza che non è stato fatto nulla per mettere in sicurezza studenti e lavoratori della scuola.

Il Green Pass, non ha risolto nulla e nemmeno lo risolverà un obbligo vaccinale imposto a una delle categorie più vaccinate d’Italia (i dati ufficiali ci dicono che siamo vicini al 90%).

Il vero problema sono le aule scolastiche, spazi angusti a disposizione di studenti e docenti dove il virus può circolare liberamente, le ‘bolle’ dei nidi e delle scuole nell’infanzia non possono funzionare perché il personale non basta, usiamo ancora tutti mascherine chirurgiche, quando dovremmo avere le FFP2, i protocolli in ogni scuola sono diversi e spesso mal organizzati e soprattutto gli organici non sono stati potenziati.

La pioggia di soldi riversati sulle scuole sono andati soprattutto alla digitalizzazione invece che alla sicurezza e quelli promessi con il PNRR vanno nella stessa direzione.

Feder.ATA ha denunciato e continua a denunciare questa gestione ignobile della vita dei lavoratori e di quella che dovrebbe essere un’istituzione fondamentale: la scuola pubblica statale.

Per questo abbiamo scioperato lo scorso 24 Novembre e per questo siamo ancora in fase di mobilitazione, contro questo governo che protegge le classi più abbienti e attacca le classi popolari, i lavoratori e il lavoro.

Monza, 10/12/2021

Ufficio Stampa Feder.ATA

Articolo precedenteAssenze e permessi dal lavoro per il personale ATA interessato nel giorno della somministrazione vaccino anti-covid
Articolo successivoPOSTI COVID ATA: ecco ufficialmente la proroga fino a giugno 2022