Home Assistenza Sindacale e CAF Adempimenti per i nuovi colleghi con contratto di lavoro a TI

Adempimenti per i nuovi colleghi con contratto di lavoro a TI

2646

Adempimenti per i nuovi colleghi con contratto di lavoro a TI

Prot. n. 62 del 29.08.2017

Ai nuovi colleghi a tempo indeterminato

Loro Sedi

Oggetto: Adempimenti per i nuovi colleghi con contratto di lavoro a TI.

Carissimi,

siamo veramente felici per voi perché finalmente potrete stipulare il sospirato contratto a tempo indeterminato, ma pensiamo sempre con amarezza a quanti sono rimasti fuori da queste convocazioni, anche se i posti ci sono, e che in questi anni si sono sempre anche loro adoperati nel migliore dei modi nell’interesse dell’utenza e dell’Amministrazione; infatti il nostro impegno da sempre è la stabilizzazione dei lavoratori precari per il bene di tutti i lavoratori, siano essi a tempo determinato che indeterminato.

Per cui contiamo su tutti per poter portare avanti con successo queste rivendicazioni: Voi siete Noi senza alcuna distinzione; dobbiamo essere uniti e compatti, fianco a fianco tutti i giorni sul campo di lavoro.

Presto ci saranno le votazioni per il rinnovo delle RSU (rappresentanza sindacale unitaria), che in ogni istituzione scolastica autonoma garantiscono la possibilità di contrattare vari criteri con il dirigente scolastico, la tutela dei diritti dei lavoratori e la vigilanza su più punti: vi chiediamo pertanto di cominciare a pensare alla possibilità di candidarvi o di candidare qualche collega per fare in modo di essere finalmente presenti ai tavoli di contrattazione.

Per dare la propria disponibilità:

https://www.federata.it/preadesione-candidature-rsu/

Sperando di non avervi tediato con queste nostre considerazioni, vogliamo darvi solo alcune brevi informazioni sul vostro nuovo “stato giuridico” che auspichiamo vi possano essere utili, anche se riteniamo che molti di voi, se non tutti, siano già al corrente delle procedure.

Essenziale è la sottoscrizione del contratto a tempo indeterminato con il Dirigente Scolastico, dove sono specificate parti essenziali; importante è la presa di servizio entro i giorni indicati: infatti a seguito di una mancata assunzione senza gravi motivi che la giustifichino, si può arrivare alla perdita del tanto sospirato atteso e meritato lavoro “fisso”.

La sede scelta oggi è provvisoria, perché siete considerati “titolari” sull’organico provinciale; dovrete pertanto fare domanda di mobilità nei termini previsti specificando varie preferenze: chi non presenterà domanda o chi non otterrà nessuna delle sedi richieste, ne avrà necessariamente una d’ufficio.

Il vostro stipendio, che è purtroppo inferiore rispetto a quello degli insegnanti, sarà quello iniziale fino a quando non verrà fatta la ricostruzione di carriera, a seguito di vostra precisa domanda; anche il compenso individuale accessorio (CIA), che è parte integrante del vostro salario, è decisamente più basso rispetto alla retribuzione professionale docenti (RPD).

Ricordate che, prima di presentare le varie domande di riconoscimento dei servizi pre-ruolo, dovrà essere superato il periodo di prova.

Importante è la dichiarazione dei servizi da consegnare alla scuola sede di servizio entro 30 gg. dall’assunzione in servizio; è possibile integrare per iscritto tale dichiarazione originaria nel termine perentorio di due anni dalla data della sua acquisizione agli atti dell’ufficio.

Il Sindacato Feder.ATA offre assistenza qualificata a coloro che ne faranno richiesta attraverso il seguente link:

https://www.federata.it/assistenza-consulenza-sindacale-qualificata/

A disposizione per chiarimenti e/o informazioni, vi auguriamo un buon anno scolastico.

Cordiali saluti.

Direzione Nazionale Feder.ATA

Articolo precedenteDefinizione calendrio scolastco 2017-2018
Articolo successivoDecreto vaccini-altre molestie burocratiche