Home NOSTRI COMUNICATI FederATA CHIEDE IL RIPRISTINO DEI POSTI ATA IN ORGANICO DI DIRITTO

FederATA CHIEDE IL RIPRISTINO DEI POSTI ATA IN ORGANICO DI DIRITTO

2613

FederATA CHIEDE IL RIPRISTINO DEI POSTI ATA IN  ORGANICO DI DIRITTO

rot. N. 101 del 01/08/2016

Ai Colleghi ATA

Loro Sedi

LA FEDER.ATA CHIEDE IL RIPRISTINO DEI POSTI ATA IN ORGANICO DI DIRITTO

Gentili Colleghi,

sappiamo che il 26 Luglio 2016 si è svolto un incontro informativo tra il M.I.U.R. e le OO.SS. firmatarie di Contratto sull’organico di fatto del Personale ATA per incrementarlo di 9.000 unità.

L’organico complessivo viene definito annualmente sia a livello nazionale che regionale in base al numero degli alunni iscritti tenendo conto dell’ordinamento delle varie Istituzioni Scolastiche in base ai loro piani di studio; l’organico di diritto quindi fa riferimento al numero di alunni iscritti.

A volte l’organico di diritto può subire all’interno di ogni Scuola delle variazioni numeriche determinando quello che viene definito l’organico di fatto e questo può avvenire per nuove iscrizioni, per alunni ripetenti o per richieste di trasferimenti in altra Scuola da parte degli alunni.

Pertanto la differenza sostanziale è legata alle iscrizioni degli alunni e annualmente il M.I.U.R. emana delle apposite circolari dove vengono impartite istruzioni e indicazioni in materia di adeguamento delle consistenze degli organici di diritto alle situazioni di fatto.

Purtroppo negli ultimi anni a seguito dei “tagli selvaggi e indiscriminati” operati sul Personale ATA, si è drasticamente ridotto l’organico di diritto anche se la popolazione scolastica è notevolmente aumentata; inoltre c’è stata la revisione dei criteri e dei parametri per la definizione delle dotazioni organiche del Personale ATA che hanno ulteriormente ridotto il nostro organico di diritto “riducendolo all’osso”.

E’ stato calcolato che “con questi giochetti di tagli e revisioni ” negli ultimi anni sono andati perduti circa 50.000 posti di personale ATA in organico di diritto.

Adesso le OO.SS. firmatarie di contratto pensano di poter porre rimedio a questo “disastro senza precedenti” al quale hanno assistito con il “loro dolce far niente per il Personale ATA” chiedendo al MIUR di incrementare di 9.000 unità il nostro organico di fatto.

A fronte delle migliaia di posti di Personale ATA tagliati nell’organico di diritto, oggi “chiedono solo un misero contentino”, oltretutto sull’organico di fatto e non su quello di diritto !

Sappiamo tutti che i posti in organico di fatto terminano sempre al massimo entro il 30 Giugno di ogni anno, non posso essere considerati per le immissioni in ruolo, sono “un cappio al collo per il Personale ATA” che non potrà mai difendersi, ma soprattutto non danno nessuna certezza.

La Feder. ATA chiede l’abrogazione delle norme che penalizzano e tagliano gli organici del Personale ATA e dice NO all’organico di fatto per gli ATA e rivendica il giusto, trasparente ed equo ORGANICO DI DIRITTO per il Personale Amministrativo Tecnico e Ausiliario.

Propone pertanto a tutti voi colleghi di rifiutare sia il lavoro straordinario che la sostituzione dei colleghi assenti in modo da rendere evidente quanto sia impossibile gestire tutte le molteplici attività, sempre espletate da noi ATA con spirito di sacrificio e di abnegazione, con gli organici decisi dai nostri governanti.

Cordialmente

La Direzione Nazionale Feder. ATA