Home NOSTRI COMUNICATI GLI ATA VENGONO SOSTITUITI SOLO DOPO LA MORTE

GLI ATA VENGONO SOSTITUITI SOLO DOPO LA MORTE

4016

GLI ATA VENGONO SOSTITUITI SOLO DOPO LA MORTE

Prot. N. 38 del 15.04.2016

Agli organi di stampa
Ai Colleghi ATA

Un Governo di sinistra spera nella morte del personale ATA
MIUR chiarisce……… Il personale ATA viene sostituito solo…………in caso di MORTE
Il Governo Renzi è fuori di testa

Gran parte delle OO.SS. firmatarie di contratto, a seguito della Nota del Miur A00DGPER del 14.04.2016 canta vittoria sulla possibile sostituzione del personale ATA in caso di morte o per dimissioni da pensionamento, motivando tale concessione con l’esclusa possibilità di rientro del titolare (… e ci serviva pure la puntualizzazione del Miur… che un morto possa resuscitare e rientrare in servizio?…………cose da pazzi !)

Purtroppo cari Colleghi siamo alla follia pura !!!

La Feder.Ata si augura e spera vivamente che in nessuna scuola d’Italia possano essere sostituiti colleghi a causa del loro decesso…………………………..Non ci sono parole per commentare questi devastanti provvedimenti verso il personale Ata.

Il Governo Renzi, con la legge di stabilità tutta a sfavore del personale ATA, non dedica più alcuna risorsa alla categoria, anzi continua nella folle politica di sinistra dei tagli, destinando risorse ad altri soggetti …..… i soliti noti e…..… proteggendo “la Casta” con pensioni d’oro, vitalizi, ecc…… senza pensare che con la riduzione del personale ATA non avranno più garantiti il buon funzionamento e la sorveglianza anche dei loro figli, nipoti ecc…

Il Ministero della Pubblica Istruzione, continua ad ignorarci completamente come categoria di lavoratori nella scuola e con l’emanazione di una simile nota, conferma l’intenzione di eliminare gli Ata dalla realtà scolastica per dare posto alle privatizzazioni con le cooperative di servizi. Un altro grande imbroglio tutto italiano che servirà a finanziamenti poco chiari, sarà uno sfruttamento di personale e non offrirà servizi adeguati alla scuola. Altro sperpero di denaro pubblico.

Notiamo poi, con incredulità, come un’organizzazione sindacale– la FLCGIL soprattutto- anziché tutelare la categoria che rappresenta al tavolo delle trattative, possa gioire per una simile concessione così funerea in quanto sappiamo tutti che, causa legge Fornero, i pensionamenti sono veramente pochi.
E che dobbiamo dire ancora ? Si devono vergognare!
Cari Colleghi ci auguriamo che vi rendiate conto che al di fuori della Feder.Ata, nessun altra organizzazione potrà tutelare e difendere i nostri diritti. Abbiamo bisogno di altre dimostrazioni di menefreghismo e incompetenza ? Vedete Voi.
La Feder. Ata continuerà nel suo progetto a favore del personale ATA, mentre altri, FLCGIL, CISL, UIL E SNALS, … non sappiamo proprio cosa stiano facendo per noi … se non il niente assoluto dalla loro nascita ad oggi !.

Cordiali saluti a tutti e buon lavoro.

                                           Direzione Nazionale FederATA

Articolo precedentePROBLEMATICA RELATIVA ALLE PENSIONI E NOSTRE PROPOSTE
Articolo successivoCONTRATTI STIPULATI SOLO FINO AL 30.6.2016 – RICHIESTA URGENTE PROROGA AI DIRIGENTI SCOLASTICI