Home Punti di vista VADEMECUM PER SCIOPERO

VADEMECUM PER SCIOPERO

19237

Lo sciopero è un diritto dei lavoratori riconosciuto dalla Costituzione italiana ed ha lo scopo di rivendicare dei diritti, per motivi salariali, per protesta o per solidarietà, e comporta la detrazione dello stipendio proporzionalmente alla sospensione lavorativa. Le assenze per sciopero non interrompono la progressione della carriera, ma non sono utili ai fini del superamento del periodo di prova. Le assenze per sciopero sono, altresì, utili ai fini del trattamento di quiescenza.

Chi sciopera non ha diritto alla retribuzione, ma è considerato a tutti gli effetti giuridici in servizio: ciò che viene meno è infatti la prestazione lavorativa, non il rapporto di lavoro (quindi non vi è interruzione del contratto, la giornata, pur senza stipendio, vale a tutti gli effetti).

Ai sensi della normativa vigente il Dirigente scolastico, in occasione della proclamazione di uno sciopero, può chiedere di esprimere in anticipo la propria volontà di partecipare ad uno sciopero.Naturalmente la comunicazione ha carattere volontario e può anche essere disattesa dai lavoratori, cioè il personale può firmare solo per presa visione; è opportuno precisare che dichiarare o no se si aderirà ad uno sciopero è una libera scelta. Il dirigente scolastico potrebbe infine decidere di sospendere le lezioni, perché, in assenza del personale Ata, mancherebbero comunque le condizioni per assicurare la vigilanza e la tutela dei minori sia all’ingresso che all’interno della scuola. (piccola riflessione: allora serviamo, non siamo inutili come qualcuno vorrebbe far credere………..).

Simona

Articolo precedenteProclamazione stato di agitazione del personale A.T.A.
Articolo successivoSTATO DI AGITAZIONE PERSONALE A.T.A. – SIAMO STATI CONVOCATI DAL MINISTERO